Vi siete mai chiesti cosa fanno le vostre app mentre le utilizzate o sono in esecuzione in background? La funzione di report sulla privacy di Apple, creata nel 2021, vi consente di vedere queste informazioni in anticipo e di scoprire cosa sta realmente accadendo sul vostro dispositivo durante i momenti di utilizzo più importanti. Con la privacy dei dati al centro delle preoccupazioni e delle priorità degli utenti di telefonia mobile di tutto il mondo, questa è un'aggiunta gradita nell'arena degli smartphone. Sebbene si tratti di uno sviluppo ampiamente positivo, la comprensione del rapporto richiede un pizzico di conoscenze avanzate che la maggior parte delle persone non troverà intuitive. Questa guida si concentra quindi su cosa sia effettivamente il rapporto sulla privacy di iOS sull'iPhone e su come sia possibile comprenderne le caratteristiche principali.

Rapporto sulla privacy delle app iOS

Quindi, cos'è esattamente questo rapporto sulla privacy e perché vale la pena parlarne? Da anni gli utenti di telefonia mobile sospettano e capiscono che i loro dati vengono manipolati dalle app sui loro telefoni. Tuttavia, l'accesso a queste informazioni non è mai stato semplice e si è innegabilmente chiesto ai provider di offrire un maggior livello di trasparenza. Mela ha risposto a questa richiesta e ora è possibile vedere cosa sta facendo un'app in varie categorie. Per esempio, ora avrete dati diretti su quante volte le grandi piattaforme di social media hanno utilizzato il vostro microfono, perché sì, lo fanno.

Quali sono i vantaggi?

Ci sono alcuni evidenti vantaggi che tutti senza dubbio annunceranno. Non solo rende più confortevole la navigazione generale e l'interazione con le app, ma apre anche le porte a una maggiore capacità di controllare ciò che viene utilizzato e dove. Ciò significa che è possibile proteggere le cose che si desidera mantenere private e manipolare i fattori che possono giocare a proprio favore in modi più diretti. Vale la pena di approfondire questi punti per avere un quadro più completo.

lebara

Aumento della fiducia e della reputazione

La reputazione di un marchio è un elemento fondamentale di qualsiasi strategia commerciale. Le aziende devono essere sincere e affidabili per mantenere il vantaggio sulla concorrenza e continuare ad attirare nuovi clienti. Senza fiducia, questo è probabilmente impossibile. Consentire agli utenti l'accesso completo ai propri dati analitici in un formato trasparente come questo significa che le persone saranno più propense a iscriversi e a impegnarsi, o a rimanere fedeli a questo particolare marchio, indipendentemente dalla loro rete, ecc.

Migliore sicurezza

C'è qualcosa di più disorientante che sapere che qualcuno sta usando le vostre informazioni personali o addirittura la vostra voce senza avere tutti i fatti? Sembra una grave violazione, perché è così. Pertanto, una funzione di segnalazione della privacy consente di ridurre i rischi di sicurezza sul telefono che possono causare danni, ad esempio nelle applicazioni finanziarie. Si tratta di una funzione preziosa quando si tratta di mantenere elevati standard di sicurezza online e di come i vostri dati vengono distribuiti nei settori commerciali più ampi.

Maggiore controllo

È inoltre evidente che i consumatori desiderano avere il controllo dei propri dati, del proprio utilizzo e delle proprie informazioni. Questa è una risposta naturale e ora è possibile grazie al rapporto sulla privacy. Mentre prima questi punti chiave erano sfuggenti, ora sono stampati in bella vista e ogni utente può vagliarli a suo piacimento. Ciò consente un maggior grado di controllo che non dovrebbe mai essere sottovalutato o ignorato, perché è questo che i clienti vogliono.

Limitare l'accesso di terzi ai dati sensibili

Le app utilizzano spesso i nostri elenchi di contatti, le foto e persino il microfono per motivi talvolta controversi. Pertanto, se notate un segnale di allarme, come un'app che si prende delle libertà con il vostro microfono o che utilizza i dati dei contatti, potete bloccarla sul nascere.

Come fanno gli utenti di iPhone ad accedere a questo rapporto?

Questi sono i grandi vantaggi, ma come si fa a ottenere l'accesso al rapporto per apportare i cambiamenti necessari e creare un profilo digitale più autonomo?

Aggiornate il vostro iOS

Tutti coloro che possiedono un iPhone hanno visto il pop-up relativo alla necessità di aggiornare iOS. A meno che non abbiate installato l'ultima versione di Apple, non sarete in grado di trovare questa segnalazione nelle impostazioni. Pertanto, la prima operazione da completare è collegare il telefono e lasciare che iOS venga scaricato alla versione più recente. Per accedere al rapporto deve essere superiore alla versione 15.2, il che non dovrebbe essere un problema per i modelli più recenti di iPhone. Qualsiasi cosa inferiore a questa non funzionerà, quindi se avete un vecchio dispositivo che è limitato in termini di accesso a iOS, potrebbe non funzionare fino a quando non passerete a un dispositivo più recente. I passaggi per l'aggiornamento sono i seguenti:

  1. Accedere all'applicazione Impostazioni.
  2. Toccare Generale.
  3. Fare clic sull'opzione Aggiornamento software.
  4. Scaricate e installate, quindi attendete il completamento dell'operazione.

Consentire l'accesso al rapporto per avviarlo

Dopo che l'aggiornamento di iOS è stato eseguito con successo, è ora di tornare alle impostazioni e consentire l'accesso. In questo modo il rapporto sulla privacy potrà iniziare a raccogliere i dati necessari per generare un resoconto completo da leggere e su cui agire. È bene sapere che questi dati sono vostri e che Apple non li conserva, ma vengono memorizzati sul vostro dispositivo solo per questi scopi specifici. Tornate alle impostazioni e fate clic sulla scheda Privacy. In fondo all'elenco c'è il Rapporto sulla privacy delle app; attivatelo e consentite l'accesso. Registrerà circa una settimana di attività, quindi non ha molto senso controllare immediatamente. Tuttavia, tornate a controllarlo dopo qualche ora per verificare che sia attivo e funzionante e che non abbiate commesso errori. Ci saranno già pochi dati perché tutto si aggiorna in tempo reale.

Che cosa fa il rapporto?

Le basi di questo aspetto sono state trattate in precedenza, ma è sempre bene entrare un po' più nel dettaglio. Ogni volta che si utilizza un'applicazione o un sito web, il rapporto sulla privacy presta attenzione. Comprime queste informazioni e le categorizza in formati digeribili che il lettore può sfogliare e osservare. Il risultato consente alle persone di avere maggiore flessibilità e controllo su ciò che fanno le loro app. Se non vi piace la quantità di accesso di un'app, potete semplicemente eliminarla e utilizzare un'altra app della concorrenza o regolare le impostazioni in modo che funzioni per voi.

Quali sono le limitazioni?

Naturalmente, la trasparenza non può mai essere al 100% e, nonostante questo sia un movimento ampiamente positivo, ci sono anche alcune limitazioni di cui tenere conto. Ad esempio, a volte le app accedono all'elenco dei contatti. Se ciò accade, l'utente viene avvisato e viene indicato nel rapporto sulla privacy. Tuttavia, non ci saranno ulteriori giustificazioni o approfondimenti su ciò che hanno fatto con quell'accesso. Quindi, in questo senso, non sarete più informati. Si tratta del cosiddetto accesso ai dati e ai sensori, che verifica quali dati personali dell'utente sono stati utilizzati. immagazzinamento come contatti, le foto e il microfono sono stati intercettati. Sarà possibile visualizzare un timestamp e una quantità in termini di punti di estrazione, ma non si avranno altre informazioni.

Quindi, ci sono ancora alcune lacune che devono essere colmate in futuro, ma il rapporto sulla privacy è generalmente una buona funzione da approfondire. Sapete cosa cercare e cercate tutte le bandiere rosse per proteggere i vostri dati.